Sabato 19 Ago 2017
Piazze

piazze“. . .Voltando le spalle al Comune si aveva davanti una cosa piú vicina ad una visione che ad una costruzione. Leggernente contenuta ai lati, di fronte la Piazza sfociava nel cielo. . .".  Così Dolores Prato descrive la suggestiva (ed unica nel suo genere) piazza di Treia, ottimo spunto per un tour tra le piazze gioiello di marcamontana; Ellittica, maestosa (224x55 mt), in gran parte porticata, Piazza dal Popolo, a San Secerino Marche è un trionfio di unità architettonica con la teoria degli straordinai palazzi che la delimitano.

Piazza Mattei, a Matelica, offre anche una curiosa opportunità al visitatore. Tradizione vuole che, compiendo attorno  alla Fontana Ottagonale 7 giri di corsa, si acquisisca la simpatica "Patente da Mattu" (ovvero, patente di pazzo): a chi si cimenta nell'impresa, la conferisce ancora oggi la Pro Loco.

Piazza del Popolo (inizi XIII)

La piazza iniziò ad acquisire la sua forma ellittica già nel corso del XII sec. come Platea Mercati, delimitata da alcune prime costruzioni e tettoie sorte nello spazio adibito al mercato fuori la città murata, ai piedi del castello di San Severino, conformandosi lungo il percorso viario di fondovalle parallelo ai due tracciati del fiume e della strada romana. L'invaso inserito entro una naturale concavità fu sin dalle origini, per il suo senso di raccoglimento e protezione, lo spazio nato per la fiera, lo scenario del grande spettacolo mercantile, il germe del borgo di fondovalle che venne inglobato all'interno della città con l'ampliamento della cinta muraria, risalente alla seconda metà del XIV sec. La grande macchina produttiva e commerciale che doveva essere la città medievale trovava nella piazza la sua vetrina, il luogo di smercio, quale ultima fase del lungo processo produttivo che aveva inizio nel contado con la produzione delle materie prime e proseguiva nei quartieri della città o nelle aree protoindustriali extra-moenia con la relativa manifattura.

Leggi tutto: Piazza del Popolo (inizi XIII)

Piazza della Repubblica

Cosi Dolores Prato descrive la piazza balcone di Treia: "... Voltando le spalle al Comune si aveva davanti una cosa più vicina ad una visione che a una costruzione. Leggermente contenuta ai lati, di fronte la Piazza sfocava nel  cielo... Solo per limitare il vuoto una balaustra di pietra che aveva nel mezzo un arioso ninfeo tutto aperto, perchè le isolate colonne, la poca trabeazione, l'accenno di cupola, pur alzandosi contro il cielo, non lo parasse. Balaustre e monumento lo ricamavano, non lo escludevano... fino alla Piazza nessuna comunicazione per quelli delle Strade Basse, ma in piazza c'era la Sbocchetta, da quell'arco massiccio tra case usciva la gente di quelle straducce e soffiavano tutti i venti..”

Leggi tutto: Piazza della Repubblica

Piazza del Popolo

Platea mercati o platea maior (come era denominata in origine) risale al XIII secolo, quando gli abitanti dal Castello scesero per le attività commerciali nella pianura sottostante.
Ellittica, 224 mt di lunghezza per 55 di larghezza, in gran parte porticata (a partire dal 1360, quando il comune diede le prime indicazioni per l'allineamento degli edifici), nel 1937 arricchita di due fontane in travertino, è una defie più belle piazze delle Marche.
Gli edifici che la attorniano, tra cui il Palazzo Municipale ed il Teatro Feronia. pur se costruiti in secoli diversi, conferiscono all'insieme una notevole unità architettonica.

Leggi tutto: Piazza del Popolo


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery