Sabato 19 Ago 2017

Pascolo arido a sesleria dell’Appennino (Sesleria juncifolia), dei settori sommitali del Monte Pennino

Coordinate (WGS84): 33 T 328127 m E – 4774237 m N.

Motivazione: Vegetazione di elevato valore biologico

Descrizione: Pascolo arido a dominanza della graminacea sesleria dell'Appennino (Sesleria juncifolia), con specie endemiche o di interesse fitogeografico (Edraianthus graminifolius, Phleum hirsutum subsp. ambiguum, Erysimum pseudorhaeticum, Centaurea ambigua), che si sviluppa generalmente sulle creste dei rilievi montuosi, dove il suolo risulta poco profondo, a causa delle condizioni geomorfologiche (elevata acclività) e dell'erosione esercitata dagli agenti meteorici, in particolare dall'azione ripetuta del gelo/disgelo (crioturbazione). Anche se al di sotto del limite potenziale del bosco (che per le Marche si aggira intorno a 1800 m di altitudine), tale prateria è considerata "primaria", poiché i fenomeni di crioturbazione impediscono l'insediamento del bosco. Questo tipo di vegetazione è riconosciuto dall'Unione Europea come habitat di interesse comunitario "6170 - Formazioni erbose calcicole alpine e subalpine" (Direttiva 92/43/CEE).

Accessibilità: Accessibile, dal versante marchigiano, percorrendo sentieri che partono dall'abitato di Laverinello in direzione Forca di Bara e che poi si inoltrano nel bosco, o percorrendo il crinale della dorsale formata dai Monti Vermenone, Linguaro e Rangora. Dal versante umbro, è accessibile percorrendo una strada bianca carrozzabile da Annifo di Foligno o da Bagnara di Nocera Umbra.

Video Gallery