Giovedì 17 Ago 2017
Sentieri dell'acqua

percorsi acquaLa ricchezza di acque e cascate ha favorito lo sviluppo, industriale, agricolo e pastorale di marcamontana, terra che si estende nelle vallate di due tra i più importanti fiumi della regione, il Potenza e l'Esino.  Percorsi punteggiati da fonti, abbeveratoi e sorgenti, grotte e rifugi sono stati nei secoli di conforto a pastori e pellegrini.  In visita ai Varano di Camerino nel corso del suo pellegrinaggio nei luoghi sacri, lsabella d'Este nelle sue lettere si definisce incantata dalla natura dei luoghi e dalle opere dell'uomo.  

Nelle acque e negli allevamenti di queste valli sguazza la Trota Fario il cui habitat ideale è garantito non solo da un ambiente incontaminato, ma dalla grande attenzione che i troticultori di Sefro e Fiuminata riservano ad un pesce che vive in acque fresche, chiare, ben ossigenate, fondali rocciosi, sassosi o ghiaiosi.  Ci vogliono circa 2 anni perché una di queste trote raggiunga i 200 gr di peso, il minimo per poter essere commercializzata sia al dettaglio che nella grande distribuzione: è apprezzata per la qualità della carne, più tenera, delicata e soda rispetto ad altre razze. Le trote si possono poscara, acquistare e gustare anche in abbinamento con altri gioielli di queste terre come il tartufo ed i gamberi (da gustare in umido, alla griglia, in salsa per primi piatti) che si catturavano fino a qualche tempo fa in gran numero a Pioraco, Fiuninata, Sefro nelle notti di luna piena di agosto e settembre negli affluenti del Potenza dove l'acqua è limpida e calma.

Sorgenti di San Cassiano

Intorno all’abitato di San Cassiano sono ubicate diverse manifestazioni sorgentizie: Sorgente Fonte Grande, Sorgente San Cassiano, Fonte Pepe ed altre minori. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità.

Leggi tutto: Sorgenti di San Cassiano

Stoni di Pontile

Fenomeno naturale che da sempre ha suscitato particolare interesse sia nella popolazione locale che nel mondo scientifico è rappresentato dagli "Stoni" di Fiuminata e Pontile.
Gli Stoni sono sorgenti naturali (risorgive) in cui vengono a giorno le acque sotterranee di falda in pressione laddove, circolanti in un deposito grossolano, come le ghiaie, incontrano un sedimento di permeabilità ridotta, come i limi e le argille.
La venuta a giorno delle acque avviene attraverso diverse polle poste nelle parti centrali di alcuni piccoli laghetti sub-circolari intercomunicanti; le acque vengono poi convogliate al Fiume Potenza.

Leggi tutto: Stoni di Pontile

Gli Stoni di Fiuminata

Un fenomeno naturale che da sempre ha suscitato interesse nella popolazione locale e nel mondo scientifico è rappresentato dagli “Stoni” di Fiuminata e di Pontile. Gli Stoni sono sorgenti naturali (risorgive) che si sviluppano ai margini della pianura alluvionale del Fiume Potenza, dove le acque sotterranea della falda incontrano un sedimento di permeabilità ridotta, come i limi e le argille depositati dal fiume nella sua pianura.

Leggi tutto: Gli Stoni di Fiuminata

Fonte Lavacelli

Sui versanti della Valle delle Spiante sono ubicate alcune sorgenti in quota: Fonte Martimoro, Fonte del Piscio, Fonte Lavacelli e Fonte delle Cocce, rispettivamente da est verso ovest. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità (cfr. scheda 20). In corrispondenza di queste emergenze infatti vengono a giorno le acque immagazzinate a M. Ferro Rotondo, M. Vermenone, Colle Corno, dove in superficie affiorano i calcari permeabili della Maiolica.

Leggi tutto: Fonte Lavacelli

Fonte delle Cocce

Sui versanti della Valle delle Spiante sono ubicate alcune sorgenti in quota: Fonte Martimoro, Fonte del Piscio, Fonte Lavacelli e Fonte delle Cocce, rispettivamente da est verso ovest. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità (cfr. scheda 20). In corrispondenza di queste emergenze infatti vengono a giorno le acque immagazzinate a M. Ferro Rotondo, M. Vermenone, Colle Corno, dove in superficie affiorano i calcari permeabili della Maiolica.

Leggi tutto: Fonte delle Cocce

Fonte Martimoro

Sui versanti della Valle delle Spiante sono ubicate alcune sorgenti in quota: Fonte Martimoro, Fonte del Piscio, Fonte Lavacelli e Fonte delle Cocce, rispettivamente da est verso ovest. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità (cfr. scheda 20). In corrispondenza di queste emergenze infatti vengono a giorno le acque immagazzinate a M. Ferro Rotondo, M. Vermenone, Colle Corno, dove in superficie affiorano i calcari permeabili della Maiolica.

Leggi tutto: Fonte Martimoro

Fonte del Piscio

Sui versanti della Valle delle Spiante sono ubicate alcune sorgenti in quota: Fonte Martimoro, Fonte del Piscio, Fonte Lavacelli e Fonte delle Cocce, rispettivamente da est verso ovest. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità (cfr. scheda 20). In corrispondenza di queste emergenze infatti vengono a giorno le acque immagazzinate a M. Ferro Rotondo, M. Vermenone, Colle Corno, dove in superficie sono presenti i calcari permeabili della Maiolica.

Leggi tutto: Fonte del Piscio

Sorgente Bagno

Questa sorgente si trova sulla riva sinistra del Fiume Potenza tra gli abitati di Spindoli e Massa, con una portata stimata in parecchie decine di l/s; le acque sono raccolte in diverse vasche e sollevate con delle pompe ad un serbatoio di raccolta, per un eventuale utilizzo. L’acqua emerge in corrispondenza del nucleo di un’anticlinale dai calcari giurassici della Corniola, in continuità idraulica con il sottostante Calcare massiccio; in queste formazioni rocciose si raccolgono importanti riserve idriche derivanti da un’ampia area di alimentazione.Questa sorgente è stata già studiata nella ricerca di Deiana & Dramis (Le Sorgenti della Provincia di Macerata, 1969), nella quale sono riportate le seguenti misure di portata della stessa.

Leggi tutto: Sorgente Bagno

Sorgente Roccaccia (o Capraro) e Sorgente Rocca di Laverino

Sorgente Roccaccia (o Capraro) e Sorgente Rocca di Laverino

La valle del Fosso Fiumetto è alimentata da una serie di sorgenti: Sorgente Roccaccia (o Capraro), Sorgente Rocca di Laverino e le Sorgenti Fonte Le Cuparelle e Fonte Fragola che emergono poco sotto la cima di M. Bordaino. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità (cfr. scheda 9).

Leggi tutto: Sorgente Roccaccia (o Capraro) e Sorgente Rocca di Laverino

Sorgenti del F. Potenza lungo la Valle di Fonte di Brescia

Lungo la Valle di Fonte di Brescia sono ubicate alcune sorgenti del Fiume Potenza, il quale nasce dalla confluenza tra il fosso di Fonte di Brescia ed il fosso di Laverino-Laverinello.
Il fosso di Fonte di Brescia è alimentato da una serie di sorgenti che si manifestano nel fondovalle: Sorgente Vena del Vecchio, Sorgente a quota 675 m, Sorgente del F. Potenza e Sorgente Fonte di Brescia, rispettivamente da monte verso valle. L’emergenza delle stesse è strettamente legata alla composizione delle rocce presenti, al loro stato di fratturazione ed all’assetto strutturale delle stesse, cioè al modo in cui le rocce sono disposte in profondità (cfr. scheda 5).

Nelle rocce sedimentarie, come quelle presenti a Fiuminata, la circolazione dell’acqua avviene attraverso un sistema di vuoti costituito dalle discontinuità della roccia stessa, cioè gli strati, le fratture, le faglie e le cavità carsiche. In linea generale l'acqua piovana che si infiltra nelle discontinuità delle rocce discende verso il basso sotto l’azione della forza di gravità fino a quando non incontra uno strato imperameabile o fino a che tutti gli spazi vuoti sono saturi d'acqua; quindi l’acqua defluisce più lentamente e sub-orizzontalmente fino a raggiungere una sorgente.

Leggi tutto: Sorgenti del F. Potenza lungo la Valle di Fonte di Brescia

Vacanze in Acqua

Nel tratto da Valcora a Pioraco il Potenza è navigabile in canoa: straordinario l’impatto visivo con gole spettacolari con cascata finale, da visitare comodamente a piedi. A valle dello sbarramento c’è un breve tratto (non sempre percorribile in canoa per carenza di acqua) che porta nei pressi di Castelraimondo. Da qui si può scendere anche in primavera avanzata e, talvolta, in estate fino a km 4 prima di San Severino Marche.

Leggi tutto: Vacanze in Acqua

L'Adriatco

ll mare è a pochi chilometri da marcamontana e non è fatto solo di spiagge belle ed attrezzate e mare pulito.  Portorecanati ha origini che risalgono a Federico II: al posto dei suoi armigeri, la fortezza ospita l'Arena dedicata a Beniamino Gigli e la pinacoteca, mentre il lungomare è punto d'incontro e di shopping in estate ed inverno.  Porto Potenza Picena forma un continuum di spiaggia e spacci aziendali con il polmone artigianale e industriale di Civitanova, legato ai grandi nomi della moda italiana. A pochi chilometri dal mare la splendida Villa Buonaccorsi ed il suo meraviglioso giardino all`italiana con sculture, giochi d'acqua e fontane.

Leggi tutto: L'Adriatco


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery