Sabato 19 Ago 2017
Panorami Mozzafiato

i montiDall'Adriatico ai Sibillini marcamontana è un susseguirsi di panorami urbani e naturali suggetivi ed ineguagliabili, da godere anche durante tour a cavallo o bicicletta. Salendo a Monte Stinco tra le straordinarie bellezze ambientali c'è anche il punto panoramico di Capanna dei Mulari. Dal sentiero che muove da Fiuminata verso Fonticelle, lo sguardo spazia su Pioraco e le vallate di Potenza e Scarsito. Salendo da Castel Santa Maria, sosta obbligatoria al balcone panoramico aperto sulle vallate di Matelica (semplicemente magnifica anche dal San vicino), Sefro e Fiuminata. Durante la piacevole passeggiata tra i prati fino a Forca di Bara, lo sguardo si apre in ogni direzione su uno scenario straordinario: a est Valle della Scurosa ed i monti Stinco e Camorlo, ad ovest la valle di Laverino, a sud il gran Sasso d'Italia.

Panoramica Piano del Sasso

A partire da circa 5 milioni di anni fa iniziò l’emersione di questa area con un passaggio graduale da un ambiente marino, in cui si erano formate le rocce, ad un ambiente continentale, come quello attuale. In questo nuovo ambiente l’opera incessante delle acque correnti di origine meteorica ha modellato il paesaggio fino alla conformazione attuale, attraverso una progressiva evoluzione delle forme.

Leggi tutto: Panoramica Piano del Sasso

Pioraco - Le bellezze naturali

La vista che dal sentiero 220 si gode su Pioraco è mozzafiato. Imperdibile poi la visita alla Gola di Pioraco, che si esplora seguento il percorso del Sentiero dei Vurgacci con camminamenti in terra battuta, scalette in pietra e passerelle in legno per l'attraversamento del fiume. Durante il percorso si presentano scorci della gola scavata dal Potenza, cascatelle, un piccolo anfratto chiamato Grotta dei Mostri in cui alcune rocce scolpite da un appassionato artista locale hanno le sembianze di piccoli mostri. Nella parte terminale della gola emerge un fiume sotterraneo che la gente di Pioraco, per le sue acque pure e profonde, chiama Laghetto Azzurro.

Leggi tutto: Pioraco - Le bellezze naturali

Monti Sibillini

Gole profonde, monumentali faggete e guglie rocciose: i Monti Sibillini mantengono sempre la loro promessa di stupire ed ammaliare, con le rare e delicate bellezze.  Il Lago di Pilato, gli orridi meravigliosi e profondi, come la Gola dell'Infemaccio, e gli altipiani erbosi che si colorano d'incanto in vivaci fioriture sono solo alcune delle eccezionali potenzialità dei Parco dei Sibillini che, pur comprendendo un territorio di eccezionale significato naturalistico presenta paesaggi, valori e situazioni altamente differenziate. Si possono pertanto effettuare escursioni sia storiche che naturalistiche, alla scoperta dei quattro settori principali in cui è suddivisa l'area protetta, ovvero dei versanti dell'Alto Nera e delle sue guaite, di quello fiorito, di quello della magia, di quello sacro.

Leggi tutto: Monti Sibillini

Monte San Vicino

A volte intimo e familiare, a volte aspro e selvaggio, offre alla vista verdi spianate che invogliano alla Sosta.  Contendendo gli spazi con la viva roccia che affiora dal bosco, la vegetazione diventa man mano più fitta sino a quando l'orizzonte si apre ospitale nella bella distesa di Pian dell'Elmo, attorniata da castagni odorosi dei tanti funghi che crescono nel sottobosco. Più in alto l'incanto e la sorpresa si devono alla spettacolare vista che s'apre d'intorno, allo specchio limpido del Lago di Castreccioni, alla bella Abbazia di Val di Castro. Tutto il territorio del Monte San Vicino è attrezzato con suggestivi percorsi naturalistici da attraversare a piedi, in mountain bike o  a cavallo per un rapporto di profondo equilibrio con la natura.

Leggi tutto: Monte San Vicino

sentiero "227"

SENTIERO 227

Comune di MATELICA

Monte San Vicino (mt. 1469)

DIFFICOLTA’: E (escursionistica)
PERCORRENZA: 1h30’ A/R di cui in salita 50 minuti, in discesa 40 minuti. Per la variante della cima aggiungere 30 minuti complessivi.
STAGIONE: tutto l’anno. In inverno sono necessari ramponi e piccozza.
ACCESSO: (punto ove si lascia l’auto): da SAN SEVERINO MARCHE, S.S. 502 di Cingoli fino al bivio per Apiro dove si devia; giunti a Castel San Pietro, provinciale per Elcito, quindi proseguire sino al CANFAITO, superarlo (tratto sterrato), immettersi sulla provinciale di Matelica, a destra, ed in breve raggiungere la località prati di San Vicino. Da Matelica bivio per il MONTE SAN VICINO, in uscita dal paese in direzione di Cerreto d’Esi. L’auto si lascia ai prati.
SEGNALETICA: segnavia rossi e bianchi.

Leggi tutto: sentiero "227"

sentiero "221"

SENTIERO 221

Comune di Castelraimondo

Agriturismo Il Giardino degli Ulivi - Monte Gemmo.

DIFFICOLTA’: E (escursionistica)
PERCORRENZA: a cavallo, A/R, 2h di salita e ore 1h30’ di discesa.
STAGIONE: primavera, estate, autunno.
ACCESSO: (punto ove si lascia l’auto): S. Angelo oppure Prati Piani.
TRATTI CARROZZABILI: S.Angelo - Marzolari - Bivio per Castel Santa Maria - Castel Santa Maria - S. Angelo.
SEGNALETICA: segnavia rossi e bianchi.

Leggi tutto: sentiero "221"

sentiero "205"

SENTIERO 205

Comune di San Severino Marche

Maneggio Ponte S. Eustacchio - Manfrica - Madonna del Monte - Maneggio Ponte S. Antonio
DIFFICOLTA' E (escursionistico)
PERCORRENZA  A PIEDI: da area di sosta S. Eustacchio - Manfrica 2h in salita.
Da Madonna del Monte a San Severino M. 1h30' in discesa.
STAGIONE: tutto l'anno.
ACCESSO: (punto ove si lascia l'auto) parcheggio area di sosta S. Eustacchio.
TRATTI CARROZZABILI: Ponte S. Antonio - area di sosta S. Eustacchio.
SEGNALETICA: segnavia rossi e bianchi.

Leggi tutto: sentiero "205"

sentiero "202"

SENTIERO 202

Comune di Sefro

Prati di Forcatura - Forca di Bara

DIFFICOLTA' E (escursionistico)
PERCORRENZA  A PIEDI: ore 3,30 A.R. in piano.
STAGIONE: primavera, estate, autunno.
ACCESSO: (punto ove si lascia l'auto) Prati di Forcatura.
TRATTI CARROZZABILI: nessuno.
SEGNALETICA: segnavia rossi e bianchi.

Leggi tutto: sentiero "202"

sentiero "201"

SENTIERO 201

Comune di Sefro

Oasi Valle Scurosa - Fonte San Sepolcro - Monte Stinco - Montelago - Oasi Valle Scurosa

DIFFICOLTA’ E (escursionistico)
PERCORRENZA A PIEDI: Oasi - Fonte S. Sepolcro: salita 2h - discesa 1,30h/ Fonte del Sepolcro - Monte Stinco: salita 2h - discesa 1,30h/ Tutto il percorso: 9h.
STAGIONE: primavera, estate, autunno.
ACCESSO: (punto ove si lascia l’auto) Sefro oppure Oasi Valle Scurosa.
TRATTI CARROZZABILI: da Sefro a Oasi Valle Scurosa e da Sefro a Monte Stinco passando per Sorti, Cornuggia e Monte Camorlo.
SEGNALETICA: segnavia rossi e bianchi.

Leggi tutto: sentiero "201"

Piani di Canfaito

Sulle pendici del Monte Canfaito, a 1000 mt circa, c'è l'omonimo altopiano famoso per la sua imponente faggeta ricca di alberi secolari, uno dei quali misura 6 mt di circonferenza.  Chi si avventura tra prati da pascolo punteggiati di orchidee selvatiche e peonie gode di un panorama che ha da un lato il mare e dall'altro i Sibillini.  ll luogo è attrezzato con aree di sosta dotate di tutti i servizi. Nel territorio drcostante numerosi castelli medievali, tra cui Aliforni, Pitino, Castel San Pietro, Carpignano, Elcito. Con poche difficoltà si può raggiungere anche la cima del San Vicino (1497 mt).

Leggi tutto: Piani di Canfaito

Monte Gemmo

Oltre ad offrire un ambiente incontaminato ad un' altitudine massima di 1254 mt, nella sua località Tre Pizzi ospita il campo di volo libero con parapendio o deltaplano.  Sulla sua parete Sud, sulla strada che conduce alla cartiera. si incontra la palestra della roccia, la prima ad essere stata aperta nelle Marche per arrampicata sportiva e considerata una delle migliori del centro Italia. Aperta da marzo a settembre è composta da 60 vie di risalita dal grado 4 al grado 8B. Escursione d'obbligo anche con i piedi ben piantati per terra: da Prati di Monte Gemmo lo spettacolo è indimenticabile.

Leggi tutto: Monte Gemmo

Tre Pizzi

Con Monte Cucco e tra i comprensori di  volo più famosi al mondo, sede anche dei Campionai Mondiali di Deltaplano. Si raggunge da Fiuminata percorrendo la strada per Esanatoglia. Escursione  d'obbligo anche per chi vuole tenere i piedi ben piantati per terra: lo spettacolo e indimenticabile. Da Monte Gemmo lo sguardo si aprre verso la valle di Camerino e Castelraimondo e il San Vicino.  

Per neofiti, Eagles Point e Volo Libero Monte Gemmo organizzano corsi autorizzati dall'Aero Club d'ltalia in sintonia con le direttive didattiche della Federazione Italiana Volo Libero.

Leggi tutto: Tre Pizzi


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery