Lunedì 21 Ago 2017

Edicola Arcangelo di Cola

BENI STORICO
ARTISTICI
Coord. WGS84
N 43° 10’ 43,97”
E 12° 59’ 05,35”

DESCRIZIONE

Sulla controfacciata, a sinistra dell'ingresso, è collocata un'edicola di notevole interesse, nella quale è stato ricollocato un affresco strappato, proveniente dalla locale Chiesa del Santissimo Crocifisso. La composizione presenta, ai lati del fronte, due figure molto arcaiche, raffiguranti una Annunciazione, che testimoniano l'attività di un ignoto artista camerinese, attivo verso la fine del 1300, noto con il nome convenzionale di Maestro di Colle Altino, dal luogo che ha visto la maggiore concentrazione dei suoi più importanti lavori ad affresco. All'interno della nicchia prendono posto la Vergine in Trono con il Bambino e nello strombo dell'arco due Angeli oranti, uno di fronte all'altro. In alto, all'interno di un tondo, è raffigurato l'Agnus Dei, che impugna il vessillo bianco crociato. Nonostante il precario stato di conservazione, la letteratura li attribuisce all'ultimo periodo dell'attività di Arcangelo di Cola da Camerino, artista molto vicino ai modi di Gentile da Fabriano e come lui attivo a Firenze e in Toscana nel corso del terzo decennio del 1400.

 Edicola

Maestro di Colle Altino (per le figure ai lati del fronte),
Arcangelo di Cola (per i soggetti dipinti nella nicchia);
Fine XIV-terzo decennio XV secolo
Affresco strappato
Chiesa di San Francesco, Pioraco.