Domenica 20 Ago 2017

Uomini e Archeologia

Tracce che vanno dal Neolitico all'epoca imperiale rornana sono pressoché ovunque in marcamontana dove ad ogni aratura affioravano  reperti tanto che molti palazzi signorili da fine Settecento in poi, li sfoggiarono come complementi d'arredo. Naturale che alcuni tra i più grandi archeologi d'ltalia siano di queste parti. Fuoridasse Giuseppe Moretti, settempedano tra i prirni cultori della civiltà picena: nominato nel 1930 soprintendente alle antichità di Roma, recuperò le navi di Nemi e ricornpose l'Ara Pacis Augustae. "Saggio di lingua etrusca e di altre antiche d'ltalia" (1789) porta la firma del treiese Luigi Lanzi, ed il suo concittadino  Fortunato Benigni ha avviato la ricerca storico-archeologica sulle  origini della città.