Giovedì 17 Ago 2017

Santi e Beati

Pioraco e San Severino sono l'ultima dimora dei loro santi patroni, che in vita erano fratelli: San Vittorino, anacoreta che visse a lungo nella grotta che porta il suo nome, riposa nella omonima chiesa di Pioraco, mentre San Severino nel Duomo della citta a cui da il nome. Se le spoglie della Beata Mattia Nazarei, clarissa vissuta nella seconda meta del Duecento, riposano nel suo monastero matelicese, dei francescani Beato Gentile Finaguarra e Beato Pietro da Treia restano nelle loro città alcune reliquie. Pietro Marchionni da Treia e citato anche nei tra i primi seguaci di San Francesco insieme al Beato Bernardo Quintavalle, a lungo rifugiatosi nell'eremo di San Bartolomeo a Sefro. Singolare la concentrazione di spoglie di beati a San Severino Marche. Presso il santuario omonimo si venera il corpo di San Pacifico Divini.

ll santuario della Madonna dei Luini e stato costruito in seguito ad un prodigio predetto (cosi come l'elezlone di Papa Sisto V) proprio da uno dei beati che riposano sotto i suoi altari: La Venerabile Francesca Trigli.
Gli altri sono due francescani della primissirna ora: il Beato Pellegrino da Falerone (alla cui intercessione ci si rivolgeva per essere liberati dal mal di denti) ed li Beato Bentivoglio De Bonis (menzionato nel capitolo 42 dei Fioretti).