Domenica 20 Ago 2017

Fonte dell’Isola (metà del XV sec.)

Prima della metà del secolo XV dentro le mura di San Severino non esistevano altre pubbliche fonti, tranne quella antichissima detta della Valle o delle Sette Cannelle. A metà del XV sec. il comune nell'ambito del progetto di approvvigionamento idrico della città di fondovalle per mezzo di pubbliche sorgenti, diede inizio nel 1451 alla realizzazione della nuova fonte a servizio del quartiere di Santa Maria e a capo della strada dell'Isola, come sfondo scenografico della detta via che collegava direttamente il polo amministrativo del borgo al castello. Successivamente nel 1453 vennero prolungate le condutture fino alla chiesa della Misericordia e vi fu costruita la seconda fonte del quartiere. Da un interessante riformanza consiliare del registro del 1451 si apprende che durante la realizzazione della fonte vennero riciclati mattoni provenienti dalle case demolite di tutto il circondario e poiché era vietato il trasporto di mattoni e pietra di recupero da un quartiere all'altro, occorse una supplica al Consiglio da parte di tutti gli abitanti della strada dell'Isola, della contrada di San Cristoforo e di più altre contrade del quartiere di Santa Maria per l'ultimazione della fonte, che necessitava utilizzare materiale proveniente anche da fuori del quartiere. Nel 1604 la fonte venne restaurata e fu costruito il muro dinanzi alla sua volta, quindi rimattonata la strada sovrastante e riallacciata l'acqua dispersa. Altre riparazioni vennero eseguite nel 1621 e 1640.

Dalla veduta prospettica della città realizzata da Cipriano Divini nel 1640 si conosce che la fonte a quel tempo presentava un prospetto a tre arcate, di cui quella centrale più alta, coronato da cornicione. Attualmente la fonte ha un unico fornice impreziosito da ghiera modanata, sormontato da una fascia trabeata, con paramento a faccia vista. Il serbatoio collocato nel retro al di sotto della soprastante strada ne conserva la struttura muraria quattrocentesca.

arch. Debora Bravi

Bibliografia

R. PACIARONI, Approvigionamento idrico in San Severino nei secoli XIII-XVII, in "Studi Maceratesi", VII (1971), pp. 223-225.