Giovedì 17 Ago 2017

Monte Cesito – Detriti Stratificati di Versante

La strada che collega l'abitato di Agolla ai piani di Montelago per un tratto taglia il versante est di Monte Cesito dove nella parte medio alta è presente una piccola piazzola che ne interrompe la continuità. Si tratta molto probabilmente di una ex-cava che, essendo impostata nella falda detritica del versante, oggi ne permette una buona osservazione. La sezione mostra i cosiddetti detriti stratificati di versante, una formazione tipica nell'area umbro-marchigiana costituita da elementi ghiaiosi, talvolta con matrice più fine, cementati tra di loro e disposti appunto stratificati secondo la pendenza del versante. La deposizione di questi materiali risale a fasi climatiche fredde (quindi almeno dell'ultima glaciazione, Pleistocene Superiore)

quando i versanti erano spogli e con forte produzione di detrito; la circolazione delle acque, poche ma ricche di carbonati, ne ha favorito poi la cementazione. Questa tipologia di materiali è presente in falde lungo le pendici di molti dei rilievi calcareo-marnosi limitrofi, con spessore e distribuzione estremamente variabili da luogo a luogo e con possibilità di osservazione limitata in pochi punti. Questi corpi detritici si presentano spesso erosi e rimodellati da processi erosivi recenti ed attuali, che hanno ridotto fortemente la loro distribuzione e spessore, che originariamente dovevano essere cospicui. In genere tali depositi, nel momento del culmine della loro formazione, tendevano a colmare le valli minori, mentre verso monte giungevano sin quasi agli spartiacque, producendo una sorta di rettificazione e addolcimento delle pendenze.