Giovedì 17 Ago 2017

Convento dei Filippini

Descrizione

Costruito in linea con la chiesa e separato da questa dall'oratorio che, secondo le regole filippine, deve necessariamente corredare ogni chiesa e convento dell'ordine, ha la facciata principale priva di qualunque elemento di decorazione architettonica lungo la stretta Via G. Oberdan. La facciata dell'edificio maggiormente visibile è quella posteriore, costruita sopra le mura cinquecentesche: questa è movimentata da un gioco di aperture, ad arco e a serliana con coronamento ad arco ribassato, mentre sono rettangolari al primo e al secondo piano. Qui il prospetto è diviso orizzontalmente da cornicioni marcapiano, mentre in verticale lo spazio è scandito da lesene con capitelli pseudo-tuscanici. All'interno un corridoio centrale con volta a botte decorato da lesene a stucco con capitelli da cui partono le costolature della volta che ne scandiscono ritmicamente la lunghezza. Scalone d'ingresso con colonne e balaustra in pietra locale di gesso. Alcune sale conservano una decorazione architettonica in stucco di tipo neoclassico.

Elementi strutturali

Spazi aperti spazio aperto sul retro tra il fronte est dell'edificio e le mura urbane

Tecnica costruttiva opera laterizia

Rivestimenti intonaci, stucchi

Iscrizioni

Stemmi 

DEFINIZIONE CULTURALE

Autore/Progettista

Ambito culturale---
Committenza Padri Filippini
Uso storico convento

CRONOLOGIA

Cronologia generica XVIII secolo
Cronologia specifica prima metà
Motivazione cronologia documenti d'archivio, analisi stilistica

Preesistenze

INTERVENTI SUCCESSIVI

Tipo di intervento restauri

Data intervento post sisma 1997

DATI TECNICI

Misure

Orientamento ovest (facciata con ingresso)

Stato di conservazione buono

Restauri post sisma 1997

CONDIZIONE GIURIDICA

Indicazione generica Enti pubblici

Indicazione specifica Comune di Matelica, IACP

Provvedimenti di tutela SBAP Marche

Mutamenti titolarità-possesso-detenzione

Strumenti urbanistici PPCS

Uso storico convento

Uso attuale abitativo, esposizione museale

FONTI E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO

Documentazione fotografica 

Documenti di archivio

Bibliografia 7) p.88.

OSSERVAZIONI

Nel 1640 giungono a Matelica i PP. Dell'Oratorio di S. Filippo che acquistano delle case nell'allora Via Civitella (ora Via G. Oberdan) l'una di fronte all'altra, che servissero ad abitazione e da Oratorio. Intorno al 1737 avviene l'erezione della casa dei Padri, separata dalla Chiesa, dal vecchio Oratorio. L'ex convento è stato la sede della Regia Scuola di Arti e Mestieri dal 1909 al 1930, poi è divenuta sede dell' IPSIA E. Pocognoni

COMPILAZIONE

Data compilazione 2013

Compilatore Biocco E.

Video Gallery

Matelica

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2