Lunedì 21 Ago 2017
Pioraco

pioracoPioraco è stata definita la Svizzera delle Marche per le sue straordinarie bellezze naturali di grande suggestione come il Sentiero Vurgacci. Per queste, ancora oggi intatte, Isabella D'Este Gonzaga diceva che è "loco tanto ameno quanto la natura havesse potuto fare". Completano l'offerta moderne strutture sportivo-ricreative. Ricco di acque, il territorio ha ispirato ai suoi abitanti la fabbricazione della carta: una raccolta di filigrane documenta l'attività svolta nella cartiera dai suoi maestri incisori; nella Bottega della Carta si assiste alla fabbricazione manuale con tecniche e strumenti del 1300. Come in tutto il territorio , chiese e palazzi sono scrigni di arte. Grandi pittori come Luca Signorelli, hanno lasciato tracce straordinarie della loro produzione.

 


 

 

San Vittorino

La vita di San Vittorino è strettamente legata a quella del fratello San Severino. Come lui seguì l'invito di Cristo e vendette tutto ciò che possedeva per distribuire il ricavato ai poveri. Per darsi completamente a Dio ed isolarsi maggiormente dal mondo, si rifugiò alle grotte di Sant'Eustachio, dove poi sorgerà un eremo benedettino, quindi sui monti di Pioraco. Vittima di forti tentazioni, si impose una dura e dolorosa penitenza: fece penzolare il suo corpo ad un albero con le mani strette fra due rami finché il fratello non andò a liberarlo. Quando morì, nel 538, gli abitanti di Pioraco raccolsero con grande venerazione le sue spoglie, gli dedicarono la loro chiesa e lo elessero a patrono della loro città. La sua festa cade l'8 giugno.

Leggi tutto: San Vittorino

Vacanze in Acqua

Nel tratto da Valcora a Pioraco il Potenza è navigabile in canoa: straordinario l’impatto visivo con gole spettacolari con cascata finale, da visitare comodamente a piedi. A valle dello sbarramento c’è un breve tratto (non sempre percorribile in canoa per carenza di acqua) che porta nei pressi di Castelraimondo. Da qui si può scendere anche in primavera avanzata e, talvolta, in estate fino a km 4 prima di San Severino Marche.

Leggi tutto: Vacanze in Acqua

Pioraco - Le bellezze naturali

La vista che dal sentiero 220 si gode su Pioraco è mozzafiato. Imperdibile poi la visita alla Gola di Pioraco, che si esplora seguento il percorso del Sentiero dei Vurgacci con camminamenti in terra battuta, scalette in pietra e passerelle in legno per l'attraversamento del fiume. Durante il percorso si presentano scorci della gola scavata dal Potenza, cascatelle, un piccolo anfratto chiamato Grotta dei Mostri in cui alcune rocce scolpite da un appassionato artista locale hanno le sembianze di piccoli mostri. Nella parte terminale della gola emerge un fiume sotterraneo che la gente di Pioraco, per le sue acque pure e profonde, chiama Laghetto Azzurro.

Leggi tutto: Pioraco - Le bellezze naturali

Altare (Santuario della Madonna delle Lacrime)

Degli altari lignei del Santario della Madonna delle Lacrime, i laterali (prima metà XVII secolo) sono stilisticamente simili a quelli della chiosa di San Francesco di Pioraco. L'altare centrale mostra una struttura particolarmente ricca ed orignale per l'abbondanza di decori. Al posto delle colonne due insoliti elementi architettonici a voluta decorati con una foglia che si ripete in dimensioni più picole al posto del capitello. La straordinaria perizia tecnica dell'artista si riscontra nelle cariatidi con la parte terminante avvolta in un intricato involucro a foglie. Grandi il senso di dinamismo e la leggerezza nonostante l'abbondanza di decori e la doratua della intera superficie.

Leggi tutto: Altare (Santuario della Madonna delle Lacrime)

Gesù Bambino e San Giuseppe

Le due sculture lignee conservate all'intemo dei locali sovrastanti la Sacrestia della Chiesa di San Vittorino molto probabilmente facevano parte di un più ampio gruppo scultoreo raffigurante la  Sacra Famiglia di cui si suppone perduta la statua della Vergine. Nonostante si possa osservare ma maggior caratterizzazione dei tratti somatici del San Giuseppe (la folta barba scura che incornicia il volto e ne accentua l'espressione corrucciata), le due sculture sembrano essere uscite da una stessa bottega.  Nuovamente brillanti, dopo il restauro, i colori delle due statue: il rosso della veste del Bambino, il giallo dell'ampio manto che fascia il corpo del Santo.

Leggi tutto: Gesù Bambino e San Giuseppe


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery

Pioraco

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2