Giovedì 17 Ago 2017
Pioraco

pioracoPioraco è stata definita la Svizzera delle Marche per le sue straordinarie bellezze naturali di grande suggestione come il Sentiero Vurgacci. Per queste, ancora oggi intatte, Isabella D'Este Gonzaga diceva che è "loco tanto ameno quanto la natura havesse potuto fare". Completano l'offerta moderne strutture sportivo-ricreative. Ricco di acque, il territorio ha ispirato ai suoi abitanti la fabbricazione della carta: una raccolta di filigrane documenta l'attività svolta nella cartiera dai suoi maestri incisori; nella Bottega della Carta si assiste alla fabbricazione manuale con tecniche e strumenti del 1300. Come in tutto il territorio , chiese e palazzi sono scrigni di arte. Grandi pittori come Luca Signorelli, hanno lasciato tracce straordinarie della loro produzione.

 


 

 

Sentiero Vurgacci

Un percorso natualistico per raggiungere la Gola di Pioraco procedendo per un sentiero realizzato in parte con passerelle in legno che consentono di attraversare il fiume. Si snoda tra cascatelle, gole profonde, anfratti e, nella parte terminale della Gola, il Laghetto Azzurro, originato da un fiume sotterraneo. Il silenzio è interrotto dalla voce del fiume che avanza deciso tra massi poderosi. Vari tipi di felci testimoniano un ambiente unido. Tappeti di muschi ed erbe epatiche, carice pendente, lecci e bosso, bosco ceduo ricco di carpini, ornielli, aceri, roverelle, noccioli, maggiociondoli, prugnoli selvatici e coronille sono solo alcuni dei componenti di questo ecosistema che ha grande valore botanico ed annovera la frangula rupestre, diffusa in Italia solo in alcune località della Venezia Giulia e delle Marche.

Leggi tutto: Sentiero Vurgacci

Soffitto (Chiesa di San Francesco)

L'elegante soffìtto a cassettoni della Chiesadi San Francesco è interamente intagliato con disegni raffinati che fanno pensare alla mano di un abilissimo artigiano. Ripartito in 36 cassettoni rettangolari, è delimitato sui quattro lati da una fascia di aggiustaggio addossata alle pareti. Ogni comparto è costituito da una cornice intagliata a dentelli e ovuli che inquadra al centro un motivo vegetale intagliato e stilizzato, con foglie e volute e, ai quattro angoli, pinnacoli a forma di fiore che si ripetono sugli angoli della cornice che delimita i lacunari. Su due cassenoni sopra l'ingesso sono visibili il simbolo del'ordine francecano ed uno stemma con tre colli e le lettere FM.

Leggi tutto: Soffitto (Chiesa di San Francesco)

Madonna delle Lacrime

A Seppio, frazione di Pioraco, la devozione popolare incarnata dal Santuario della Madonna delle Lacrime è sublimata in un affresco di Giovanni Boccati che ha per soggetto la Madonna con Bambino. Fresca e luminosa nonostante il tempo abbia inferto alle tavole danni, è la parte superstite, insieme ad un San Sebastiano, di un trittico smembrato che data 1446. La luminosità dell’incarnaato e la tipologia della Vergine rimandano a Piero della Francesca anche se la definizione complessiva dello stile resta sempre intimamente legata al mondo gotico. Nella figura del martire si ritrova immediata rispondenza negli esemplari scolpiti in legno che costituiscono uno dei poli attrattivi di marcamontana.

Leggi tutto: Madonna delle Lacrime

Pieve di San Vittorino

La Pieve di San Vittorino, secondo un costume diffuso in marcamontana, fu costruita durante il primo Medioevo sulle rovine di un tempio pagano e custodisce le spoglie del santo, fratello di San Severino e  patrono di Pioraco. Ristrutturata alla fine del Settecento e dopo la Seconda Guerra Mondiale, poco resta della versione primitiva romanica mentre sono perfettamente conservate alcune coeve figure devozionali lignee: una Vergine e un San Giuseppe con Gesù Bambino.

Leggi tutto: Pieve di San Vittorino

Opere di Girolamo di Giovanni

Da documenti recentemente pubblicati risulta che Girolamo di Giovanni risiedette stabilmente a Pioraco con la moglie Ansovina dal 1477 al 1503. Alla prima parte di questo periodo risalgono una Madonna con Bambino ed un Crocifisso, affreschi che costituiscono parte del corredo votivo dell’Oratorio del SS Crocifisso. In particolare nella vigorosa figura del Cristo riaffiora l’eco dei trascorsi del pittore con l’ambiente padovano: il calligrafismo con cui disegna le ciocche dei capelli, la gabbia toracica ed il perizoma rimandano ad una contaminazione espressiva da parte di quella scuola pittorica.

Leggi tutto: Opere di Girolamo di Giovanni


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery

Pioraco

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2