Giovedì 17 Ago 2017

Monte Primo – Faglia Normale

A nord di Pian di Morri, in prossimità della sella situata in posizione più elevata rispetto alla Fonte Meregna, tra il Monte Primo e il Monte di Mistrano affiora con continuità una delle faglie normali che caratterizzano i piano di Montelago (vedi scheda relativa).
Questa faglia con chiari indizi di attività quaternaria affiora con netto risalto morfologico all'interno della Formazione della Maiolica; si rinvengono inoltre strie con valore 275-65 indicanti un movimento normale di dip-slip. La maiolica di footwall ha una giacitura sub-orizzontale che tende ad uncinarsi verso il basso in prossimità del piano.


La formazione della Maiolica è caratterizzata nell'insieme da micriti biancastre, in strati sottili e medi, con frattura concoide, e da selce grigia o nerastra in liste e noduli. Sono presenti intercalazioni di livelli calcarenitici e calciruditici. Questi ultimi, frequenti nella zona di M. Primo, hanno clasti di provenienza extrabacinale e intrabacinale. In prossimità del passaggio con le Marne a Fucoidi si hanno colorazioni più scure nei litotipi calcarei, frequenti intercalazioni di peliti scure e di sottili strati di selce nera a fratturazione prismatica e talora slump. Nella parte superiore è stato riconosciuto, localmente, il "Livello Faraoni" (CECCA et al., 1994), costituito da uno strato calcareo con Ammoniti, spesso 15-20 cm e compreso tra due livelli bituminosi grigio-scuri. Nella parte inferiore si osservano sensibili differenziazioni litologiche: nella Maiolica presente al di sopra della successione condensata si rinvengono litofacies nodulari e dolomitiche (queste ultime d'aspetto saccaroide e di colore bruno-giallastro); nella Maiolica presente al di sopra delle successioni complete si hanno calcari bianco-verdastri in strati medio-spessi, in prossimità del passaggio con i Calcari a Saccocoma ed Aptici sottostanti. Lo spessore della formazione è variabile: anche 350-400 metri al di sopra delle successioni giurassiche complete (nelle aree meridionali del dominio umbro-marchigiano); 100 metri fino a 150-200 metri per la Maiolica di alto strutturale Nella parte inferiore dell'unità il contenuto paleontologico è rappresentato prevalentemente da una ricca microfauna a Calpionellidae; nella parte media e superiore, da un'associazione a Radiolaria a cui si associano piccoli foraminiferi planctonici che verso l'alto aumentano progressivamente di frequenza. Età: Titoniano superiore-Aptiano inferiore p.p.

monte_primo_faglia_normale_1.jpg

 

Video Gallery

Sefro

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2