Giovedì 17 Ago 2017
Sefro

sefroSefro occupa il bacino dello Scarzito, affluente del Potenza, pescose acque alimentate dalla conca di Montelago. La natura trionfa: passeggiate nei boschi, a piedi o in mountain bike, incontro con daini, cinghiali, istrici, tassi, aironi, falchi e poiane. Si incrociano gli spazzi delle cotte per la produzione di carbone vegetale; i sentieri non mancano di edicole e di croci, perchè il territorio era percorso da pastori, boscaioli, pellegrini, avventurieri e briganti, e soprattutto perchè ci sono stati periodo nei quali, molte persone, in cerca di pace, vi edificarono i loro romitori. Per ristorarsi dopo le escursioni ci si affida alle tipicità locali: bovini di razza marchigiana, allevati al pascolo brado, trote iridea e salmonate, specialità al tartufo e ai funghi e la tipica "crescia", ottima se farcita con i rugni.

Chiesa di Sant'Albertino

Coord. WGS84 N 43° 08' 52,86" E 12° 56' 50,50"
Quota: 523 mt

Chiesa di Santo Albertino
La chiesa di Santo Albertino si trova in una piccola collina sopra Sefro, non molto lontano dalla Valle Eremita, dove un tempo esisteva un eremo dei monaci benedettini, e la sua costruzione risale al XVIII secolo.
S. Albertino da Montone era un abate di Fonte Avellana e le sue spoglie sono ancora oggi venerate nell'eremo dell'alta valle del fiume Cesano.
Nonostante avesse fama di sant'uomo, la chiesa stentò a canonizzarlo in quanto chi ne curava la causa di santificazione notava che non suscitava particolare devozione nel popolo in quanto non si parlava di eventi miracolosi collegati alla sua venerazione.

Leggi tutto: Chiesa di Sant'Albertino

Chiesa di San Pietro

BENI ARCHITETTONICI
Coord. WGS84 N 43° 08’ 54,82” E 12° 57’ 01,02”
Quota: 510 mt

Chiesa di San Pietro
La chiesa di San Pietro è una delle costruzioni più antiche del comune, ma purtroppo è stato possibile recuperare solo le mura perimetrali in seguito ad un intervento conservativo scorretto.
Le prime notizie certe della Chiesa risalgono al 1333-1334, quando Don Venanzo, rettore della stessa chiesa, versò in più occasioni le decime. Si parla di San Pietro anche negli Statuti del 1423 e in numerosi atti notarili del XV secolo è indicata come luogo per le sepolture.

Leggi tutto: Chiesa di San Pietro

Il Castrum Sefranum

BENI ARCHITETTONICI
Coord. WGS84 N 43° 08’ 50,95” E 12° 56’ 57,36”
Quota: 513 mt

Il Castrum Sefranum
Gli statuti del 1423 descrivevano un centro abitato di modeste dimensioni, che era il cuore del paese e si distribuiva intorno al Castrum, mentre era attribuita una maggiore importanza alle tre contrade, tuttora esistenti, di Casii, Saxorum e Paghi et Gori, soprattutto nella determinazione delle magistrature.
Oggi non mancano le moderne edificazioni, ma il paese ha mantenuto l’antica divisione in tre terzieri e ha conservato alcuni caratteri propri dell’epoca medievale.

Leggi tutto: Il Castrum Sefranum

Lo Scarsito e le trote fario

Il legame di Sefro con l’acqua risale alle sue origini. Il torrente Scarsito, infatti, percorre l'intero paese, formando una cascata prima di proseguire il suo corso ed affluire nel Potenza. Le acque sono limpide e pescosissime, ottimo habitat per le trote Fario che sono una delle più gustose tipicità di marcamontana.

Leggi tutto: Lo Scarsito e le trote fario

La Troticultura

A Sefro, nel 1947, Silvio Rossi avvia una delle prime troticolture italiane. Oggi, con questo marchio le trote di Sefro hanno letteralmente invaso l’Europa. Sono effettuate in proprio le fasi di macellazione e di trasformazione del prodotto: eviscerazione, filettatura, affumicatura, congelazione, surgelazione. La lavorazione è quasi interamente appannaggio di macchine moderne e tecnologicamente all'avanguardia, ma molte operazioni sono ancora affidate alla mano dell'uomo. Il risultato è la produzione di un pesce freschissimo tutto l'anno e in ogni pezzatura.

Leggi tutto: La Troticultura


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery

Sefro

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2