Giovedì 17 Ago 2017

Treia - Gli uomini

Ingegni multiformi quelli treiesi, non sempre etichettabili, nella storia della cultura italiana, in un solo settore. Tra i tanti, nell’ambito della teologia “di frontiera” spiccano i nomi del Beato Pietro da Treia e di don Pomponio Rustici (seguace di Giordano Bruno e come lui messo al rogo). La letteratura è stata terra fertile per Giulio Acquaticci (prolifico autore del Seicento) e Dolores Prato, mentre l’astronomia e la matematica devono molto ad Ilario Altobelli. Tra ricerca archeologica, storiografica, artistico-scientifica si sono mossi Fortunato Benigni (archetipo dell’erudito patriota marchigiano), Luigi Lanzi (autore della prima storia critica dell’arte italiana e dell’assetto attuale del Museo degli Uffizi) e Giulio Acquaticci, notissimo studioso di Dante. Sui generis il rapporto con la cultura di Carlo Didimi, patriota e sportivo di chiarissima fama che ha ispirato a Giacomo Leopardi una delle sue cinque canzoni civili.

 

Video Gallery

Treia

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2