Giovedì 17 Ago 2017
Treia

treia25 secoli di storia, arte e cultura nella teoria ininterrotta di una piazza-balcone, archeologia, palazzi, chiese, raccolte, un gioiello come l'Accademia Georgica. Ne dà uno struggente affresco letterario Dolores Prato nel suo "Giù la piazza non c'è nessuno". Treia è testimonial del gioco del pallone col bracciale, sport spettacolare amato da Leopardi, che al più grande giocatore di ogni tempo, il treiese Didimi, ha dedicato una canzone. Per la Disfida la città torna al primo Ottocento, quando Didimi la rese famosa in Italia. In un tour dove industrie d'eccellenza affiancano tradizionali attività la qualità della vita si misura anche dalla tavola. Il calcione è riconosciuto come prodotto tradizionale regionale. Per gustarlo con Verdicchio o Vernaccia, da non perdere la Sagra del Calcione senza trascurare quelle della Polenta e del Maialino alla Brace.


La Disfida del Bracciale

Treia è testimonial del Pallone col Bracciale: più volte campione d'ltalia, ha anche dato i natali a Carlo Didimi, giocatore leggendario. Per la Disfida torna ai primi anni di quell'ottocento foriero di grandi cambiamenti socio-politici che coincise con la stagione d'oro di Didimi.

La città ricostruisce la vita dell'epoca caratterizzando i suoi Quartieri: i nobili al Cassero, gli artigiani a Vallesacco, mentre l'Onglavina indossa i panni dei Mòsci, gli zingari calderai che elessero a dimora il quartiere di origine longobarda. Ogni sera in cartellone grandi ospiti, spettacoli, musica, animazione con artisti di strada, teatro. A tavola, riscoperta delle ricette dell'epoca servite nelle Taverne dei Quartieri da figuranti in costume all'nterno della cornice di piccoli tesori di architettura.

Leggi tutto: La Disfida del Bracciale

"Giù la piazza non c'è nessuno"

giu la piazza non ce nessunoEdito da Mondadori il capolavoro letterario di Dolores Prato Nulla può spiegare il titolo del libro meglio delle parole della stessa autrice: "Mai m'era capitato che qualcuno mi mettesse a cavalcioni sulle sue ginocchia e ridesse e scherzasse con me. Non sapevo neppure che agli altri ragazzini potesse capitare di stare sulle ginocchia di qualcuno come su un cavallo a dondolo. "Staccia minaccia"...mi buttava giù, mi tirava su, mi ributtava giù, più mi buttava e più godevo. "Staccia minaccia, buttiamola giù la piazza"...; cominciava così, non so come continuasse, ma finiva con un "giù" lungo e profondo, atroce e dolcissimo che mi capovolgeva.

Leggi tutto: "Giù la piazza non c'è nessuno"


Calcola il Percorso di Marca

Seleziona l'inizio del percorso:
Seleziona la fine del percorso:
Tipologia:
Waypoints: (Ctrl-Click for multiple selection)

Video Gallery

Treia

Agosto 2017
D L M M G V S
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2