Domenica 20 Ago 2017

La Via Settempedana

Era conosciuta anticamente come Flaminia, in quanto diverticolo della Flaminia Orientale. Via commerciale e militare, fu sinonimo di itinerario dello spirito, favorito dall'esistenza, a pochi chilometri di distanza dai centri terminali, Nocera Umbra ed Osimo, di due dei maggiori centri della religiosità cristiana: Assisi e Loreto. San Francesco stesso utilizzò più volte la Settempedana. Tra il X ed il XII secolo, lungo la sua direttrice erano sorte numerose abbazie (tra cui San Michele in Domora e San Lorenzo in Doliolo): tra i personaggi illustri che la percorsero vanno ricordati i Papi Niccolò V e Pio ll (che soggiornarono presso l'ospizio di Valcerasa, Treia), ed lsabella d'Este, Marchesa di Mantova, che nel 1494, visitati Pioraco ed il Castello di Fiuminata, risali la valle del Potenza per arrivare a Gubbio.

 



 

Video Gallery